Voglio la mamma. Mario Adinolfi. Ed. Youcanprint 2

"Un ragionamento di sinistra, sorprendente e spiazzante, denso di dati e di cifre, sui temi controversi del nostro tempo: matimonio omosessuale, aborto, eutanasia infantile, diagnosi prenatale, 'dolce morte', omogenitorialità, uteri in affitto, transessualità, rapporti familiari. Facendosi accompagnare da Pasolini e De Andrè, un intellettuale controcorrente compie un viaggio con al centro la figura della donna e l'esaltazione della maternità "
------------------------------------
MARIO ADINOLFI (Roma 1971) è un giornalista e conduttore radiotelevisivo. È stato candidato alla segreteria, membro della direzione nazionale e parlamentare del partito Democratico. Ha scritto i saggi Il conclave e Generazione U oltre ai romanzi Email, Mundial e La ricerca della Costante.





------------------------------------
Un viaggio, proprio di un viaggio si tratta, costeggiando tutti gli orrori di ieri che stanno, lentamente ma inesorabilmente, diventando le 'normalità' di oggi. 
Un viaggio con lo sguardo di un laico, non di un cattolico; e se per tutto il libro vi  chiedete, come me, se è come Adinolfi sia credente, non temete, anche questa domanda troverà risposta al termine del libro.
Voglio la mamma, voglio donne che sappiano essere, alla bisogna, mamme, perché, per citare un altro passo a me molto caro, "Al centro della difesa della vita e della persona c'è la donna. Il futuro della razza umana ha le forme di una madre, così è sempre stato, così sempre sarà", vi ricorda qualcuno? 
Un 'libretto rosso' da portare sempre con se per farlo circolare il più possibile.
Giuliano


Per "pillole di stimolo alla lettura" e i commenti sul libro, vai qui: link